Il rilassamento

di admin

– di Osho Rajneesh –

Il rilassamento totale è il massimo. È il momento in cui si diventa un buddha. È il momento in cui ci si realizza, ci si illumina. Adesso non puoi essere totalmente rilassato. Nell’essenza più intima del tuo essere, persisterà una tensione. Tuttavia, inizia a rilassarti. Rilassa il tuo corpo, rilassa il tuo comportamento, rilassa le tue azioni. Cammina in maniera rilassata, mangia in maniera rilassata, parla in maniera rilassata. Rallenta ogni processo. Non aver fretta e non essere in furia. Muoviti come se l’intera eternità fosse a tua disposizione – di fatto è a tua disposizione. Noi siamo qui fin dall’inizio e saremo qui fino alla fine… e non esiste un inizio né esiste una fine. In realtà non esiste alcun inizio né c’è una fine. Siamo sempre stati qui, e saremo sempre qui. Le forme continueranno a cambiare, ma non la sostanza.; gli ornamenti continuano a cambiare, ma non l’anima. Tensione significa fretta, paura, dubbio. Tensione implica un continuo sforzo per proteggere, per essere sicuri, per essere protetti. Tensione vuol dire prepararsi oggi per il domani, o per una vita dopo la morte… timorosi che domani non si sarà in grado di confrontarsi con la realtà, pertanto ci si prepara. Tensione vuol dire che il passato non è stato veramente vissuto, ma in qualche modo scavalcato; pertanto, ti è rimasto appiccicato, è un postumo, ti circonda.

Ricorda una cosa fondamentale della vita: qualsiasi esperienza non sia stata vissuta , ti rimarrà appiccicata addosso, persisterà: “Finiscimi! Vivimi! Completami!”. In ogni esperienza esiste una qualità intrinseca che tende, che la porta a voler essere finita, completata. Una volta compiuta, evapora; incompleta, persiste, ti tortura, ti perseguita, attira la tua attenzione. Dice: “Cosa ne farai di me? Sono ancora incompleta… completami!”. Tutto il tuo passato ti ruota intorno, senza che nulla sia totalmente compiuto; e questo perché nulla è stato veramente vissuto, tutto è stato in qualche modo scavalcato, vissuto parzialmente, solo così così, in maniera tiepida. Non c’è stata alcuna intensità, nessuna passione. Ti sei mosso come un sonnambulo, hai camminato nel sonno. Pertanto il passato resta in sospeso, e il futuro crea paura. E tra il passato e il futuro è schiacciato il tuo presente, la tua sola realtà.

Dovrai iniziare a rilassarti. Il primo passo è rilassare il corpo. Ricordati quanto più ti è possibile di guardare il corpo, senti se esiste in lui qualche tensione, da qualche parte: nel collo, nella testa, nelle gambe. Rilassale consapevolmente. Vai semplicemente in quella parte del corpo,e  persuadila, dille con amore: “Rilassati!”.

E ti stupirà, ma se ti avvicini così a qualche parte del corpo, ti ascolta, ti segue: è il tuo corpo! A occhi chiusi, entra nel corpo dalle dita dei piedi alla testa, e ricerca qualsiasi luogo in cui si annidi una tensione. Poi, parla a quella parte come se parlassi a un amico; lascia che esista un dialogo tra te e il tuo corpo. Digli di rilassarsi, e digli: “Non c’è nulla da temere, non aver paura. Io sono qui per prendermi cura di te – e ti puoi rilassare”. Pian piano, imparerai questo trucco, e a quel punto il corpo si rilasserà. Allora fai un altro passo, un po’ più profondo: dì alla mente di rilassarsi. E se il corpo ascolta, anche la mente ascolta, ma non puoi parlare alla mente – devi iniziare dal giusto principio. Non puoi partire da un punto intermedio. Molte persone iniziano dalla mente e falliscono; falliscono perchè iniziano da un punto sbagliato. Ogni cosa deve essere fatta nel giusto ordine.

Se riesci a rilassare il corpo volontariamente, sarai in grado di aiutare la tua mente a rilassarsi volontariamente. La mente è un fenomeno più complesso. Una volta che avrai acquistato confidenza, quando saprai che il corpo ti ascolta, avrai una fiducia nuova in te stesso. ora, perfino la mente ti può ascoltare. Con la mente ci vorrà un po’ di più, ma accade. Quando la mente è rilassata, inizia a rilassare il tuo cuore, il mondo delle sensazioni e delle emozioni… si tratta di un fenomeno ancor più complesso, ancor più sottile. Ma ora ti starai muovendo con grande fiducia, avrai una profonda fiducia in te stesso. Ora saprai che è possibile. Se è possibile col corpo e se è possibile con la mente, è possibile anche col cuore. E solo allora, solo quando hai superato questi tre passi, puoi fare il quarto. Ora puoi entrare nell’essenza più intima del tuo essere, che si trova oltre il corpo, la mente e il cuore: il centro stesso della tua esistenza. E potrai rilassare anche quella.

Quel rilassamento di certo ti dona la gioia più grande che esista, l’estasi per eccellenza, l’accettazione. sarai colmo di beatitudine e gioirai. La tua vita avrà in sé la qualità della danza. A eccezione dell’uomo, l’intera esistenza sta danzando. L’intera esistenza vive in un ritmo estremamente rilassato: certo, esiste il movimento, ma è estremamente rilassato. Gli alberi crescono e gli uccelli cantano e i fiumi scorrono e le stelle danzano nel cielo: tutto si muove in maniera estremamente rilassata. Nessuna fretta, nessuna furia, nessuna preoccupazione e nessuno spreco.. a eccezione dell’uomo. L’uomo è caduto vittima della sua mente. L’uomo può levarsi al di sopra degli dei e cadere al di sotto degli animali. L’uomo possiede un ampio spettro: dal più basso al più alto, l’uomo è una scala.

Parti dal corpo, e poi, pian piano, scendi sempre più in profondità. E non iniziare con null’altro, a meno che il primo livello, quello primario, sia stato risolto. Se il tuo corpo è teso, non iniziare con la mente. Aspetta. Lavora sul corpo. E le semplici e piccole cose sono di immenso aiuto. Ognuno di noi cammina con una particolare andatura, è diventata un’abitudine, una cosa automatica. Ora cerca di camminare lentamente. Buddha ripeteva sempre ai suoi discepoli: “Camminate molto lentamente, e fate ogni passo in piena consapevolezza”. Se fai ogni passo con estrema consapevolezza, inevitabilmente camminerai con estrema lentezza. Se corri, se vai di fretta, ti dimenticherai di ricordare. per questo Buddha cammina molto lentamente. Cerca di camminare con estrema lentezza e rimarrai sorpreso, nel tuo corpo si sprigionerà una qualità di consapevolezza nuova. Mangia lentamente e rimarrai sorpreso.. insorgerà un profondo rilassamento. Fai ogni cosa molto lentamente.. fallo, semplicemente per cambiare vecchi schemi, solo per uscire da vecchie abitudini.

Come prima cosa, il corpo deve rilassarsi completamente, come quello di un bambino, solo allora inizia con la mente. Muoviti in maniera scientifica: prima ciò che è più semplice, poi ciò che è più complesso, e poi ciò che è più complesso ancora. E solo allora potrai rilassarti nella tua essenza più intima. Una tensione profonda è la situazione in cui si trova ogni essere umano. È un bene esserne consapevoli – milioni di persone non ne sono consapevoli. Nel momento in cui ne sei consapevole, sei benedetto, per il semplice fatto che ne sei consapevole, perché in questo caso si può fare qualcosa. Se non ne sei consapevole, non si può fare nulla. La consapevolezza è l’inizio della trasformazione.

Il rilassamento è uno dei fenomeni più complessi: è estremamente ricco, multidimensionale. Tutte queste cose ne fanno parte: lasciarsi andare, avare fiducia, arrendersi, amare, accettare, seguire il flusso, unione con l’esistenza, assenza di ego, estasi. Tutte queste cose ne fanno parte, e tutte iniziano ad accadere se apprendi le vie del rilassamento. Le religioni vi hanno resi assolutamente tesi, perché hanno creato in voi un senso di colpa. Qui, il mio sforzo è aiutarvi a liberarvi da ogni senso di colpa e da tutte le paure. Vorrei dirvi: non c’è alcun inferno e nessun paradiso; pertanto, non abbiate paura dell’inferno e non siate avidi del paradiso. Tutto ciò che esiste è questo momento: potete farne un inferno, oppure un paradiso – quello è certamente possibile – ma non esiste alcun paradiso e nessun inferno da qualche parte. L’inferno esiste quando sei totale tensione, e il paradiso quando sei totalmente rilassato. Il totale rilassamento è il paradiso.

Potrebbero piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.